mascherina

Per questi presunti "quasi 10mila bambini immunodepressi", le stime ce le ha date la senatrice Fattori del Movimento 5 Stelle, le dobbiamo ritenere valide per forza, dato che non si trovano da NESSUNA ALTRA PARTE, vanno immediatamente regolamentate le seguenti realtà:

§ cinema
§ parchi giochi
§ ludoteche
§ negozi di giocattoli
§ supermercati
§ parrocchie
§ il prete (aggiungere anche altro tipo di precauzioni)
§ le ostie
§ il vin santo
§ piscine
§ palestre
§ mezzi pubblici
§ metropolitane
§ le case dei nonni, delle zie, dei parenti tutti
§ i villaggi-vacanze
§ gli studi dentistici
§ gli studi medici tutti
§ il fornaio sotto casa
§ la cameretta della cuginetta
§ ogni negozio da questi frequentato
§ le strade e i passanti tutti
§ tutti gli autogrill, i bar sulle statali e loro rispettivi cessi
§ i Vigili urbani
§ i Carabinieri
§ la Polizia di Stato
§ la Guardia di Finanza (in caso di posto di blocco su strada)
§ ogni mezzo di trasporto immaginabile
§ il Gabinetto del Sindaco
§ il Prefetto
§ il capo della Procura locale
§ le maestre
§ i bidelli
§ tutti i cuochi delle mense e loro inservienti
§ i vermi nel cibo che viene servito negli asili
§ il negozio di caramelle ed i GELATAI di CHIAVARI!
§ la farmacia dove le mamme comprano i farmaci per loro
§ l'ufficio di mamma al Senato
§ la sua segretaria
§ tutti i commessi e le stenografe
§ l'auto blu di mamma
§ tutti gli uomini di scorta a mamma
§ tutti i senatori e loro ammennicoli e benefit

Tutto questo, solo per cominciare a preoccuparsi del SERISSIMO RISCHIO che starebbero correndo gli IMMUNODEPRESSI.

Per gli affetti da HIV e da epatite non si può fare nulla, perchè LA LEGGE VIETA DI SAPERE QUANTI SONO.
Quindi possono infettare il prossimo bimbo, anche non vaccinato, molto ALLEGRAMENTE!

P.s.: nel caso in cui l'immunodepressione (ed è molto più frequente di quanto si pensi) sia CAUSATA da terapie farmacologiche o da vaccinazioni in soggetti che non avrebbero dovuto riceverne, beh...rivolgersi alla GlaxoSmithKline, finanzierà certamente luoghi asettici per l'educazione e gli aspetti ludico-ricreativi di questi bambini.


Riportiamo il post pubblicato dal Dottor Diego Tomassone sul suo Facebook:

Informo tutti che, siccome non tollero questi comportamenti denigranti e deliranti da parte dei colleghi, ho provveduto a scrivere tramite PEC istituzionale alla FNOMCeO ufficio deontologia, segnalando questi comportamenti poco decorosi del prof. Burioni, qui di seguito trovate quanto da me inviato:

“Buongiorno,

con la presente vorrei segnalare il comportamento poco decoroso che il prof. Burioni Roberto (professore ordinario e direttore della scuola di specialità in immunologia clinica ed allergologia all’Università di Milano Vita-Salute San Raffaele, iscritto al numero 0000001909 dell’Ordine provinciale dei medici chirurghi di Pesaro-Urbino) tiene in maniera costante e sistematica ormai da mesi, insultando e denigrando senza motivo liberi cittadini e colleghi medici.

A parer mio il prof. Burioni viola in maniera costante e sistematica gli artt. 1,3,5,7,13,32,58 del nuovo codice di deontologia medica, non mantenendo quindi il decoro e il comportamento che un medico (a maggior ragione se professore universitario), dovrebbe tenere soprattutto in pubblico..

In allegato uno screenshot come esempio di comunicazione, ma nel suo profilo social di facebook potete trovare decine di post denigranti e direi a volte anche “deliranti”.

Sicuro di un Vostro riscontro e di una Vostra decisa presa di posizione in merito, ringrazio e porgo distinti saluti.

Dott. Diego Tomassone M.D.”



Pagina 1 di 3


Disclaimer
Copyright by www.popolounicoevoluzione.org